CARICAMENTO...
  1. Le modalità di esposizione
  2. La coppia è diventata un triangolo
  3. A ciascuno il suo ombrello
  4. One light portrait “Leibovitz style”
  5. Scattare in casa: luce continua o luce flash?
1 / 5
Managing Director at APROMASTORE

Le modalità di esposizione

492 VISUALIZZAZIONI
PUBBLICATO IL: 09 marzo 2018

Nel precedente articolo abbiamo visto come la corretta esposizione di una fotografia sia il risultato del giusto bilanciamento di tre fattori: tempo di scatto, apertura del diaframma e indice di sensibilità.



Se quest’ultimo, ai tempi della pellicola, era di fatto un valore fisso che si limitava a condizionare gli altri due con il digitale, che consente di variarlo anche ad ogni scatto, diventa un ulteriore strumento da padroneggiare. Per decidere quale, o quali, dei tre parametri fissare lasciando alla fotocamera il compito di risolvere l’equazione, ci vengono in aiuto le modalità di esposizione.

 

La priorità dei tempi

Selezionando sulla nostra macchina fotografica la modalità di esposizione a priorità di tempi (Tv per Canon, S per Nikon), avremo la possibilità di fissare il tempo di scatto che riterremo più opportuno, lasciando all’elettronica il compito di calcolare l’apertura di diaframma da impostare.

Nulla vieta di combinare questa impostazione con quella denominata “ISO auto”, che lascia alla fotocamera il compito di calcolare la sensibilità alla quale scattare la foto. Qualora il tempo di scatto non fosse sufficiente a garantire la corretta esposizione lavorando nel range di aperture di diaframma concesso dall’obbiettivo, la fotocamera inizierà a variare anche il valore di sensibilità.

 

La priorità dei diaframmi

Impostando il menù della fotocamera su priorità di diaframmi (Av per Canon, A per Nikon) potremo fissare l’apertura di diaframma sul valore di nostro interesse. Così come per l’impostazione “a priorità di tempi”, anche la priorità di diaframmi può essere combinata con la sensibilità automatica, in modo che la macchina compensi con gli ISO tempi di scatto troppo lunghi o troppo brevi che risulterebbero di difficile gestione.

 

ISO Auto

Utilizzabile, come già indicato, congiuntamente ad una delle due modalità sopra esposte, la funzionalità ISO Auto è ancor più utile qualora si desideri “fissare” sia il tempo di scatto, sia l’apertura di diaframma. In poche parole, quando scegliamo di operare con la fotocamera impostata in Manuale (Questa volta inequivocabilmente M, sia per Canon che per Nikon). L’algoritmo calcolerà ad ogni scatto il corretto valore di sensibilità che, in abbinamento al tempo ed al diaframma impostato, fornisca un’immagine correttamente esposta.

Sebbene possa rivelarsi molto pratica in svariate situazioni, l’impostazione ISO auto non è applicabile nella fotografia con flash da studio, tipicamente svolta con la macchina in modalità manuale. L’esposimetro della macchina, infatti, rileverebbe una scena buia forzando un innalzamento della sensibilità ISO durante lo scatto… in concomitanza con l’emissione del lampo flash che porterebbe ad una prevedibile sovraesposizione.

 

Esposimetri esterni

Sempre parlando di esposimetri, ma questa volta di quelli esterni alla fotocamera, possiamo rilevare come l’introduzione della funzione ISO auto abbia influito sulla loro evoluzione.

Se, in tempi di analogica memoria, il valore di esposizione rilevato era indicato da un ago su una scala dalla quale venivano fatte derivare le possibili coppie tempo/diaframma, gli esposimetri moderni dispongono di un display digitale dove, proprio come sulla macchina fotografica, possiamo decidere quali valori “fissare” e quali, invece, calcolare, regolandone di fatto la “priorità”.

 

 

Fissato tempo di scatto e sensibilità, l’esposimetro mi indica il corretto diaframma

 

Fissato diaframma e sensibilità, l’esposimetro mi indica il tempo di scatto

 

Fissato il tempo di scatto ed il diaframma, l’esposimetro mi indica la sensibilità

 

 

 

Le modalità di esposizione

FOCUS TAG

COMMENTI (0)

Lascia un commento


Pubblica commento

Total-Photoshop è di proprietà di Logic Media s.r.l.
Via Staurenghi 37, 21100 Varese - Telefono e Fax: 0332.288642 - P.iva: 03269350124